Stampa

In un mese di marzo intensissimo ACSI Ciclismo si appresta ad affrontare due prove fra le più ambite del proprio Campionato Nazionale, la terza Granfondo La Classicissima Sanremo-Sanremo (IM) e la ventitreesima Granfondo Davide Cassani di Faenza (RA), entrambe di scena domenica prossima 19 marzo. I concorrenti de La Classicissima proveranno le stesse emozioni dei professionisti, impegnati ventiquattrore prima in un’altra “classicissima” di primavera, la Milano-Sanremo.

 

La città del Festival concederà l’opportunità di pedalare lungo le strade della Riviera, apprezzare l’ospitalità sanremese e le prelibatezze della zona, con un pasta party preparato dall’Executive Chef Flavio Giovanni Leone unico nel suo genere, un menù studiato appositamente per i pedalatori, i quali potranno gustare: ravioli di borragine e ricotta conditi al burro e salvia o salsa di pomodoro, petto di tacchinella cotto a bassa temperatura con patate gratinate, crostata con confettura di albicocca o torta di mele. Insomma, “livelli gourmet” lontani dal consueto e risicato pasta party. “La Classicissima” è dedicata a tutti gli appassionati della Milano-Sanremo che vorranno tagliare l’ambito traguardo del Poggio di Sanremo, dopo aver affrontato le stesse mitiche salite della gara dei pro. La partenza avverrà sul Lungomare Italo Calvino di Sanremo, accanto alla ex-stazione ferroviaria, prima di proseguire verso la zona di levante di Sanremo, Arma di Taggia, Riva Ligure, Santo Stefano al Mare, San Lorenzo al Mare sino ad arrivare ad Imperia. Da qui si affronteranno liberamente ed in serie le salite delle Alpi Marittime sul percorso della Valle Impero, per poi tornare sulla SS1 Aurelia e seguire fedelmente gli ultimi chilometri della gara dei professionisti. Si sale da Imperia Oneglia verso Pontedassio, Chiusanico, Cesio, per scollinare sul colle San Bartolomeo (cima della corsa a quota 620 s.l.m.) e scendere attraverso Caravonica, Chiusavecchia, rientrando ad Imperia. Reimmettendosi sulla SS1 Aurelia si percorreranno gli ultimi 30 km della Classica di Primavera, affrontando le due salite storiche della Milano-Sanremo: la Cipressa e il mitico Poggio di Sanremo, dove verrà posto il traguardo al termine di 118.913 km.

Nella medesima giornata si disputerà anche la 23.a edizione della Granfondo Davide Cassani, CT della nazionale italiana maschile élite di ciclismo su strada, in un’altra “classicissima d’apertura”, questa volta a sostegno del ciclismo giovanile. Un evento atteso da molti cicloamatori, nato e cresciuto con una mission, favorire e sviluppare la passione del ciclismo fra i ragazzi, in modo particolare fra i più piccoli, quelli della categoria “giovanissimi”, ponendo le basi per i vivai ove i ragazzi possono crescere e affermarsi come atleti: “L’attenzione alla categoria "giovanissimi" è nata dalla consapevolezza che la pratica di uno sport come il ciclismo costituisce la base di una buona educazione alla salute e alla sicurezza sulla strada – sostiene il C.O. Alcune malattie (…) si prevengono con grande efficacia se i ragazzi vengono avviati alla pratica dello sport che è fatta di allenamento e fatica, ma anche di corretta alimentazione e attenzione ai sintomi che via via possono presentarsi nella vita di un ragazzo”. La gara porta inoltre in primo piano il tema della sicurezza, poiché “accanto alla prudenza è opportuno avere anche una buona sicurezza di guida, prontezza di riflessi e attenzione ai comportamenti di chi ci sta accanto; queste capacità vengono sviluppate proprio dalla pratica di uno sport come il ciclismo”. Diktat che meglio non potrebbero sposarsi con quelli di ACSI Ciclismo.

Oggi alle ore 16, inoltre, all’Auditorium del Palazzo delle Federazioni, in viale Tiziano 74 a Roma, gli organizzatori delle gare inserite nel Circuito PedaLatium 2017 presenteranno ad appassionati e sportivi le tante novità che caratterizzano la nuova stagione, interamente firmata da ACSI Ciclismo.

0
0
0
s2smodern

Continuando ad utilizzare il sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookies per ottimizzare e migliorare la navigazione nel sito.