Stampa

Una terra dove si respira ancora l'aria di tradizione e di attaccamento al territorio. Il Bresciano, la provincia più estesa della Lombardia, vanta tre laghi principali, il Lago di Garda e il Lago d'Idro, i quali saranno attraversati anche dal percorso della granfondo, e il Lago d'Iseo. Inoltre la provincia si snoda attraverso tre valli principali, la Val Camonica, la Val Trompia, ma sopratutto la Valle Sabbia, denominata Conca d'Oro, in cui proprio al centro della valle sorge il Comune di Odolo, sede di partenza della prossima Granfondo Giro dei Tre Laghi.

 

La varietà e la vastità di questo territorio, in cui si passa dai laghi alle alte montagne, comportano la presenza di piccole differenze climatiche a seconda della zona territoriale. Detto questo, la provincia di Brescia, gode di un clima tipicamente temperato delle medie latitudini . È quindi piovoso o generalmente umido per tutte le stagioni, mentre le estati sono molto calde.

Passando al territorio in cui prenderà vita la granfondo, ci troviamo in una zona prevalentemente montagnosa, in cui sono ancora sono molto diffuse le attività di lavorazione dei metalli, finalizzate soprattutto alla produzione di coltelli e armi da taglio. Sempre nella zona di Odolo, si potranno trovare numerose Architetture Religiose, grazie alle quali si potrà conoscere un po' di più la storia di questa terra.

Inoltre in questo territorio si potrà assaporare una cucina tipica fatta da prodotti semplici, in cui carne, salumi, pasta ripiena, pesce di torrente e di lago, funghi, castagne, formaggi e vini DOC, sono alla base dell'enogastronomia bresciana.

Non solo territorio e buona cucina, ma anche tanta storia, infatti a circa a 20 chilometri da Odolo prende vita una delle strutture più rappresentative dell'epoca tra le due Guerre Mondiali. Il Vittoriale degli Italiani è un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all'aperto, giardini e corsi d'acqua eretto tra il 1921 e il 1938, costruito a Gardone Riviera sulla sponda bresciana del Lago di Garda da Gabriele d'Annunzio con l'aiuto dell'architetto Giancarlo Maroni, a memoria della "vita inimitabile" del poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la Prima guerra mondiale.

Infine come dimenticare le attività outdoor e il grande divertimento che riescono a regalare? Sulla strada che da Casto porta ad Alone, dopo circa un chilometro, in un contesto storico ambientale unico per la sua suggestività, sono state realizzate ferrate e palestre di arrampicata di varie difficoltà. Il Parco delle Fucine offre un percorso ferrato disposto ad anello è composto da quattordici tratti indipendenti e allineati, lunghi in totale 1700 metri con circa 500 metri di dislivello, dove al termine di ognuno è possibile uscire e proseguire sul sentiero.

Insomma, una provincia in cui non manca niente, esaltata ancor di più, domenica 23 aprile, dalla Granfondo Giro dei Tre Laghi.

Ricordiamo che la manifestazione prenderà vita a Odolo, nei pressi del Parco Rinascita, e che per quanto riguarda il ritiro dei numeri di gara e dei pacchi gadget, sarà possibile già da sabato 22 aprile, a partire dalle ore 15.00 alle ore 18.00, e domenica 23 aprile, dalle ore 7.00.

0
0
0
s2smodern

Continuando ad utilizzare il sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookies per ottimizzare e migliorare la navigazione nel sito.