Stampa

  Rottanova di Cavarzere (Venezia) - Festa grande domenica 23 ottobre a Rottanova di Cavarzere, in provincia di Venezia, per la sesta e conclusiva tappa del 29° Trofeo d'Autunno di mountain-bike preparata in occasione del 22° Gran Premio Tra l'Adige e il Gorzone.

E' stata una manifestazione molto bella e sentita alla quale hanno partecipato oltre 300 concorrenti e tra loro un numero impressionante di atleti delle categorie giovanili. Protagonista della competizione, dedicata al ricordo di Severino Tasso ed organizzata dalla Mtb Tuttinbici con la regia di Graziano Garbin e la collaborazione degli amici di Rottanova, sono stati tra gli Open l'azzurro vicentino Nicholas Pettinà (Forestale Olympia) e l'emiliano Rafael Visinelli (Bottecchia Factory Team).

  I due atleti hanno dato vita ad una gara avvincente che ha infiammato il numerosissimo pubblico lungo lo spettacolare circuito di 8 km disegnato tra i due corsi d'acqua Adige e Gorzone. Ad aggiudicarsi la prova è stato l'alfiere del Corpo Forestale dello Stato che ha realizzato la prima vittoria nel Trofeo Autunnale 2016 e che lo aveva visto tra i maggiori protagonisti nelle precedenti edizioni. Visinelli, giunto con circa 5" di ritardo dall'avversario, ha centrato un importante secondo posto che, aggiunto alle precedenti vittorie ottenute a Torre di Mosto (Venezia), ad Adria (Rovigo) e a Sant'Anna di Chioggia (Venezia), gli ha consentito di aggiudicarsi la classifica finale del Trofeo d'Autunno 2016. Da rilevare, tra gli Elite, la partecipazione del professionista alla Bardiani-Csf, Paolo Simion, piazzatosi ottavo. A festeggiarlo il collega e amico di Santa Maria di Sala, vincitore del Tour of China, Marco Benfatto (Androni Giocattoli). I due atleti lagunari nei prossimi giorni saranno festeggiati da i loro fan club.

  Tra le Donne la grintosa e mai doma campionessa veneziana Alessandra Teso (Salese Cycling Fpt) ha preceduto di circa 4' la trevigiana Noemi Pilat (Crazy) e ha così rafforzato le basi per centrare il prestigioso Circuito voluto da Luciano Martellozzo che è il più vecchio esistente in Italia riservato al settore mountain-bike. Vincitori delle altre categorie sono stati Eddy Zordan (Corratec), tra gli Under; Samuele Zoccarato (Villadose) e Lucia Gazzetta (Porto Viro), tra gli Junior; Ramon Vantaggiato (Velociraptors), Cristian Bernardi (Gaerne) ed Alessia Nespolo (Meduna), tra gli Allievi; Filippo Masarin (Industrial Forniture Moro), Matteo Lava (id) ed Erica Campagna (Meduna), tra gli Esordienti. Tra i Master vittorie per gli irriducibili Alberto Sarto (ItalianJet), Andrea Bulfoni (Sanvitese), Manuel Piva (Estebike), Nicola Terrin (Spezzotto Bike), Andrea Pendini (Corratec), Gianfranco Mariuzzo (MtbSantamarinella), Maurizio Borsato (SaleseCycling  Fpt) e Giampietro Garofolin (Colli Euganei). La manifestazione è stata seguita dal consigliere regionale Italo Bevilacqua e dal responsabile della Struttura Fuoristrada del Veneto, Giuseppe Clementi; mentre a dare il via alla manifestazione era stato il presidente della Fedrciclismo del Veneto, Raffaele Carlesso.

  A fine cerimonia festeggiamenti per tutti (con premiazioni anche ai primi otto classificati di ciascuna categoria) ma principalmente per gli organizzatori delle sei tappe e per il mitico Martellozzo che ha tenuto a precisare l'importante ruolo svolto da i sodalizi e da i loro dirigenti che, ha detto, "lo hanno voluto fortemente assumendosi oneri ed onori. Loro non chiedono nulla vogliono soltanto il bene dei ragazzi e dello sport e sono la base della nostra Federazione e a loro rivolgo il più vivo ringraziamento". Nei prossimi giorni renderemo note le classifiche finali del Trofeo d'Autunno che si appresta ad affrontare nel 2017 la trentesima edizione.

Francesco Coppola

 

0
0
0
s2smodern

Continuando ad utilizzare il sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookies per ottimizzare e migliorare la navigazione nel sito.