Stampa

FIRENZE.- Mai c’era stata tanta incertezza come in questa stagione nella classifica del 43° Giglio D’Oro, il premio nazionale per il miglior professionista italiano dell’annata, istituito nel 1974 da Saverio Carmagnini, titolare del ristorante Carmagnini del ‘500 di Pontenuovo di Calenzano,

con il patrocinio del Gruppo Toscano Giornalisti Sportivi dell’Ussi. Dopo le ultime vittorie Sonny Colbrelli, bresciano della Bardiani Csf, ha superato Vincenzo Nibali, che si era portato in testa alla classifica stilata in base ai risultati e con un punteggio che varia a seconda dell’importanza della manifestazione, dopo il successo al Giro d’Italia. Nibali che ha vinto per 5 volte il premio, nel 2010 e gli ultimi quattro anni in maniera consecutiva, ha dovuto rimanere inattivo per la frattura della clavicola chiudendo anticipatamente la stagione 2016. Colbrelli invece ha la possibilità domenica nel campionato del mondo di Doha in Qatar di incrementare il suo punteggio, così come il campione italiano Nizzolo che è terzo in classifica. Nel giro di 15 punti i tre atleti: Colbrelli 450, Nibali 440, Nizzolo 435. Da notare comunque che sia Nibali che Nizzolo, saranno protagonisti della cerimonia di premiazione del 43° Giglio D’Oro, in quanto per il vincitore del Giro d’Italia e per il campione italiano, questo prestigioso premio prevede da sempre riconoscimenti particolari così come ad altri personaggi scelti dalla speciale Commissione del premio della quale fanno parte il CT della nazionale Cassani, colleghi della stampa, ex corridori e direttori sportivi. La data della cerimonia di premiazione lunedì 14 novembre alle ore 11 al Meridiana Country Hotel ed al Ristorante Carmagnini del ‘500 a Pontenuovo di Calenzano.

                                    Antonio Mannori

0
0
0
s2smodern

Continuando ad utilizzare il sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookies per ottimizzare e migliorare la navigazione nel sito.