Stampa

Carnago (Varese) E’ ormai alle porte il 46° Gran Premio Industria Commercio e Artigianato Carnaghese che la Società Ciclistica Carnaghese proporrà sabato 2 settembre.

 La classica internazionale del ciclismo dilettantistico assegnerà a Carnago il Trofeo Ingegner Pino Introzzi  è dovrà eleggere il successore nell’albo d’oro del Campione italiano under 23 Simone Consonni, vincitore della gara nel varesotto lo scorso anno.  Ci proveranno i due Campioni Italiani in carica: quello della categoria under 23 Matteo Moschetti, già quarto classificato a Carnago lo scorso anno,  e  Gianluca Milani, tricolore della categoria elite, che hanno assicurato la loro presenza alla gara di inizio settembre. Per quanto riguarda le formazioni straniere hanno sottoscritto la loro presenza le russe Gazprom e Tula, la squadra inglese che fa capo a Flavio Zappi e gli elvetici del  Velo Club Mendrisio. Il ciclismo a Carnago è sinonimo di tradizione e continuità ed è per questo che il presidente Adriano Zanzi ed i suoi collaboratori negli anni non abbandonano la strada intrapresa mandando in scena uno spettacolo, che cambia i protagonisti, ma ha sempre la stessa scenografia e regia. E’ così che il Circuito del Seprio sarà anche il prossimo 2 settembre lo scenario della gara, un tracciato ondulato da percorrere 8 volte per un totale di 164 chilometri di corsa con il via alle ore 13 dal centro di Carnago. I corridori transiteranno da Carnago, Solbiate Arno ( circonvallazione),  Solbiate Arno centro, sede del Gran Premio della Montagna,  Caronno Varesino, Morazzone,  Gornate Superiore, Gornate Olona, Torba, Castelseprio per poi percorrere il tratto finale in costante ascesa fino sul traguardo di via Castiglioni a Carnago. Nell’albo d’oro recente della gara della carnaghese figurano i nomi di:  Marco Prodigioso,  Marco Tizza, Leonardo Basso e Simone Consonni.

0
0
0
s2smodern

Continuando ad utilizzare il sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookies per ottimizzare e migliorare la navigazione nel sito.