Blue Flower

Ordine di arrivo secondo anno: 1) Giuseppe Milone (Equipe Corbettese) km 35 in 59’ media 35,593; 2) Fabio Florian (Pedale Pavese); 3) Sebastiano Minoia (G.S. Sprint Ghedi); 4) Davide Parini (UC Bustese Olonia); 5) Giovanni Morello (S.C. Orinese); 6) Aldo Fraboni (Ciclistica Bordighera); 7) Matteo Lovera (Esperia Piasco); 8) Tommaso Daniel (Enjoy Bike); 9) Federico Rustioni (Pedale Pavese); 10) Matteo Boletta (S.C. Orinese).

 A cura di  Antonio Posti. Con due sprint a ranghi compatti in quel di Cardano al Campo   si  sono disputati i trofei Ceramiche Anna e Astra che hanno lanciato due ragazzi dalle caratteristiche diverse. Ma andiamo con ordine di questa splendida giornata voluta dal Club Ciclistico Cardanese, tanto caro al Presidente Alberto Magretti ed ai suoi collaboratori, infatti quest’anno la gara ha cambiato circuito,però tanto spettacolare,

Dopo la seconda prova della terza edizione della  Challenge Sandro Gianoli alla memoria, corsa a Samarate a cura del Gruppo Sportivo San Macario Valerio Biolo, alla testa delle classifiche generali si sono portati Claudio Rossetti, della Società Ciclistica Orinese, tra i primo anno Gran Premio Pi. Erre Sport ed il pavese Lorenzo Cottone, tra i secondo anno Gran Premio Cartotecnica Graziella.

Ordine di arrivo primo anno: 1) Dario Igor Belletta (Busto Garolfo) km 28 in 45' media 37,333 km/h; 2) Riccardo Coloma (Pedale Senaghese); 3) Federico Lazzarin (Busto Garolfo); 4) Francesco Moro (Ped. Saronnese) a 10"; 5) Claudio Rossetti (S.C. Orinese) a 13";

Mattinata dal clima autunnale a Caronno Pertusella per la prima gara stagionale della categoria Esordienti. 230 in corsa nella manifestazione proposta dalla Società Ciclistica Pedale Saronnese con in palio il Trofeo Città di Caronno Pertusella valido come prima prova della terza edizione della Challenge Sandro Gianoli alla memoria. La gara dei primi anno si decide nelle seconda metà della corsa con l’attacco di Igor Belletta (Busto Garolfo), Eugenio Costalla (Verso l’Iride) e Fabio Massa (Costamasnaga). L’andatura imposta dal terzetto in breve lascia il gruppo a una distanza ragguardevole. Nel corso dell’ultima tornata basta un cavalcavia per consentire ad Igor Belletta di involarsi solitario verso il traguardo. Il ragazzo di Arluno ricomincia da dove aveva lasciato lo scorso anno, quando tra i Giovanissimi vinse per trentuno volte. Costalla è secondo all’arrivo, ma poi verrà squalificato per non essersi presentato al controllo rapporti nel dopo gara. Bene i varesini con Consagra (Uboldese) che vince la volata del gruppo e Rossetti (Orinese) tra i piazzati. Per trovare delle emozioni nella gara dei  secondo anno bisogna attendere il giro conclusivo quando pigia sull’acceleratore Gioele Solenne. Il suo è un allungo di potenza che sfalda il gruppo e gli consente di resistere nel finale al ritorno di Oioli e Fede, che a loro volta lasciano il plotone che sarà preceduto allo sprint per il quarto posto dal pavese Rustioni. Per i varesini il migliore è Matteo Boletta (undicesimo). Cerimonia di premiazione con il sindaco Marco Giudici, il presidente della saronnese Emilio Filippini e Miriam Martinoli, responsabile della categoria Esordienti della Federciclo di Varese, a vestire con le maglie di leader della Challenge Gianoli Belletta ( Gran Premio Pi.Erre Sport) e Solenne (Cartotecnica Graziella)

Ordine di arrivo. Esordienti primo anno: 1) Dario Igor Belletta (Busto Garolfo) km 36 in 50’ media 30,000, 2) Fabio Massa (Costamasnaga) a 15”, 3) Samuele Consagra (Pedale Uboldese) a 1’, 4) Federico Lazzarin (Busto Garolfo), 5) Giorgio Omati (Pessano), 6) Mirko Fontana ( Sovico), 7) Claudio Rossetti (Orinese), 8) Mirko Bozzola (Pedale Ossolano), 9) Riccardo Coloma (Pedale Senaghese), 10) Gabriele Mascia (Biringhello).

Si è corsa a Besnate la terza prova della Challenge Sandro Gianoli alla memoria per la categoria Esordienti. 100 concorrenti hanno preso parte al 1°Trofeo Ites Com srl, voluto dal Gruppo Sportivo Prealpino diretto da Dario Zecubi.

Il Gruppo Sportivo San Macario Valerio Biolo ha ricordato ieri per la prima volta il suo storico presidente Italo Turchi con il memorial a lui dedicato riservato agli esordienti con 118 in corsa nelle due gare. La manifestazione andata in scena nella zona industriale di Busto Arsizio